Fabrizio Ferracane ospite della serata finale del Lecco Film Fest

Fabrizio Ferracane, uno degli attori italiani più interessanti degli ultimi anni, sarà sul palco del Lecco Film Fest per la serata finale, domenica 10 luglio alle ore 21:00 a Piazza Garibaldi.

L’attore presenterà il film Leonora addio (clicca qui per prenotare un posto gratuito), ultimo film di Paolo Taviani, grande maestro del cinema italiano.

Insieme a Ferracane, saranno a Lecco per accompagnare il film anche Roberto Perpignani (uno dei più importanti montatori italiani, ha curato il montaggio di film diretti da registi come Orson Welles, Bernardo Bertolucci, Marco Bellocchio, Nanni Moretti, Gianni Amelio), Donatella Palermo (produttrice, ha lavorato con Vittorio De Seta, Roberta Torre, Gianfranco Rossi, arrivando alla nomination all’Oscar con Fuocoammare) e Concetta Pistoia (Direttore Generale della Stemal Entertainment, casa di produzione del film).

Chi è Fabrizio Ferracane

Fabrizio Ferracane è attore di cinema, teatro e televisione. Nel 1998 si diploma presso la Scuola di Teatro Teatès di Palermo diretta da Michele Perriera. La sua formazione prosegue nei laboratori di Franco Scaldati, Mimmo Cuticchio, Laila Tabel, Riccardo Caporossi, Emma Dante, Danio Manfredini, Claudio Collovà, Pierpaolo Sepe, Stefania De Santis, Giuliano Vasilicò, Davide Iodice. Durante gli anni giovanili è impegnato in teatro come attore e regista di spettacoli presentati in festival italiani e stranieri e nel 2010 fonda la Compagnia Marino-Ferracane insieme a Rino Marino, autore, regista e attore teatrale. Insieme mettono in scena molti lavori, tra cui Orapronobis, La malafesta, e Ferrovecchio; con quest’ultimo ricevono il Premio Giuria Popolare e Menzione della Critica al Premio Dante Cappelletti. Nel 2017 è protagonista del Tito Andronico tratto da William Shakespeare e diretto da Gabriele Russo.

Per la televisione lavora negli anni con diversi registi, tra cui Alexis Sweet, Enzo Monteleone, Beniamino Catena, Renato De Maria, Gianfranco Albano, Alberto Sironi, Daniele Vicari, recitando in numerose serie tv: da Trust di Danny Boile a Counterpart, da Il capo dei capi a Squadra antimafia 2, Il segreto dell’acqua, Lampedusa, Il Commissario Montalbano, Prima della notte, Felicia Impastato, Gli orologi del diavolo, L’ora. Inchiostro contro piombo.

Il debutto al cinema avviene invece nel 1999 quando ottiene una parte nel film Malena di Giuseppe Tornatore. Nel 2013 è tra i protagonisti Anime Nere di Francesco Munzi, presentato in Concorso alla 71. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia; riceve per la sua interpretazione le candidature per Miglior attore protagonista ai David di Donatello, ai Nastri d’Argento, ai Globi D’Oro oltre al Premio speciale Efebo D’Oro.

Nel 2016 è il protagonista della commedia Ho Amici In Paradiso, opera prima di Fabrizio Maria Cortese. Nel 2017 partecipa al Festival di Cannes con Apres La Guerre – Dopo La Guerra di Annarita Zambrano e alla Mostra di Venezia con L’ordine Delle Cose di Andrea Segre. Nel 2019 vince il Nastro d’Argento come Miglior attore non protagonista per aver dato anima e volto al personaggio di Pippo Calò nel film Il Traditore di Marco Bellocchio, presentato in Concorso a Cannes. Per lo stesso film rientra nella cinquina dei David di Donatello, nominato come Miglior attore non protagonista e riceve il Premio Ennio Fantastichini.

Il biennio 2020-2021 è per Fabrizio Ferracane ancora più ricco di film e serie tv che gli permettono di misurarsi con nuove sfide, calandosi nei panni di personaggi spesso diversi da quelli interpretati in passato. Lo vediamo nel film di Claudio Cupellini La Terra Dei Figli tratto dal fumetto di Gipi; ne L’Arminuta di Giuseppe Bonito, trasposizione cinematografica dal romanzo di Donatella Di Pietrantonio; nella commedia School of Mafia di Alessandro Pondi; nel teen drama di Andrea De Sica, Non mi uccidere, e ancora nel noir diretto da Massimo Donati, Il diario di spezie. Inoltre è stato impegnato di recente sul set della serie crime/dark comedy The Bad Guy, prodotta da Indigo Film per Prime Video; dell’opera prima di Marta Savina, Shotgun; del film La prima regola di Massimiliano D’Epiro e della commedia noir Castelrotto, opera prima di Damiano Giacomelli. Nel settembre 2021 Fabrizio Ferracane è alla Mostra del Cinema di Venezia con Ariaferma diretto da Leonardo Di Costanzo nell’ex carcere San Sebastiano di Sassari e con Il paradiso del pavone di Laura Bispuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.